Simona Da Pozzo // Quando sbucci il marmo, si fa latte, fiume o vapore

May 4th | June 8th

Sharing program of Simona Da Pozzo’s Atlas dei Corpi research
Curated by Ex-voto Association for Radical Public Culture, promoted by L’Arsenale di Napoli, with the support of Società Napoletana di Storia Patria, nctm e l’arte and the matronage of Museo Donnaregina per le Arti Contemporanee 2022.

Quando sbucci il marmo, si fa latte, fiume o vapore (When you peel the marble, it becomes milk, river or steam) is the title of the work created by the artist Simona Da Pozzo that relates the Atlas dei Corpi research she is conducting on the Corpo di Napoli monument. The project started in 2019, intends to propose a slow investigation on/with the Body of Naples, aka the Nile Monument: an attempt of alliance with a monument to depict the multiple bodies, human and not, at the margins of representation and representation in the public space.

When you peel the marble, it becomes milk, river or steam is structured as an action scattered in space and time to return the complexity of Atlas dei Corpi research involving the different places involved in the research itself.
Starting from the invitation made by L’Arsenale to the artist to present part of her process in the spaces of Palazzo Fondi, Ex-Voto places 3 works of the Atlas dei Corpi in 3 different contexts.

program:

4th May from 6pm // Opening at L’Arsenale, Palazzo Fondi

4 |14 May /// Si fa Fiume
L’Arsenale di Napoli presents at Palazzo Fondi Sunrise Gods’Call, two-channel video installation

14 May | 8 June /// Atlas dei Corpi
L’Arsenale di Napoli at Palazzo Fondi hosts and narrates the traces and documentation of the Atlas dei Corpi research.

17 | 18 May /// Si fa Latte
at the Castelnuovo, the Società Napoletana di Storia Patria presents I’ll hold your gaze for 7 sucklings and some sources from the Atlas dei Corpi.

6 | 8 June /// Si fa Vapore
The video The Humid Shared Volume randomly parasites the monitor of MasterChef Carmine: a street trader located near the monument for several years.

8 June /// Sostenere lo sguardo: il sogno del coccodrillo
Action on/with the Body of Naples for project finissage

4 maggio | 8 giugno 2022

Programma di condivisione della ricerca Atlas dei Corpi di Simona Da Pozzo
A cura di Ex-voto Association for Radical Public Culture, promosso da L’Arsenale di Napoli, con il sostegno di Società Napoletana di Storia Patria, nctm e l’arte e il matronato del Museo Donnaregina per le Arti Contemporanee 2022.

Dal 2019, con Atlas dei Corpi, Simona Da Pozzo conduce una lenta ricerca su/con Corpo di Napoli, aka Monumento al Nilo: un tentativo di alleanza con un monumento per raccontare i molteplici corpi, umani e non, ai margini della rappresentazione e rappresentanza nello spazio pubblico.

Quando sbucci il marmo, si fa latte, fiume o vapore si struttura come un’azione diffusa nello spazio e nel tempo per restituire la complessità della ricerca dell’artista coinvolgendo i diversi luoghi coinvolti nella ricerca stessa.

Partendo dall’invito fatto da L’Arsenale all’artista di presentare parte della propria ricerca negli spazi di Palazzo Fondi, Ex-Voto situa alcune opere di tale ricerca, nei luoghi dell’indagine tramite una programmazione diffusa.

programma:

4 |14 maggio /// Si fa Fiume
L’Arsenale presenta a Palazzo Fondi Sunrise Gods’Call, installazione video due canali

14 maggio | 8 giugno /// Atlas dei Corpi
L’Arsenale a Palazzo Fondi ospita e racconta le tracce e la documentazione della ricerca Atlas dei Corpi.

17 | 18 maggio /// Si fa Latte
Al Castelnuovo, La Società Napoletana di Storia Patria presenta I’ll hold your gaze for 7 sucklings e alcune fonti della ricerca Atlas dei Corpi.

6 | 8 giugno /// Si fa Vapore
Il video The Humid Shared Volume parassita in modalità random il monitor di MasterChef Carmine: commerciante ambulante ubicato nei pressi del monumento da diversi anni.

8 giugno /// Sostenere Lo sguardo: il sogno del coccodrillo
Azione su/con il Corpo di Napoli per finissage del progetto

Cambiamenti di Stato // fondazione MOrragreco

PANORAMICA*21 Cambiamenti di stato
Uno sguardo sulla produzione della videoarte italiana del 2021
A cura di Alessandra Arnò – Visualcontainer

Visualcontainer in collaborazione con la Fondazione Morra Greco e con SuperOtium, nell’ambito del progetto EDI Global Forum for Education and Integration, presenta PANORAMICA*21: il nuovo progetto annuale di Visualcontainer dedicato alla produzione audiovisiva sperimentale italiana.

In mostra i video degli artisti : Apotropia, Sonia Laura Armaniaco, Gianni Barelli, Matteo Campulla, Silvia De Gennaro, Simona Da Pozzo, Gianmarco Donaggio, Benedetta Fioravanti, Lorenzo Papanti, Duccio Ricciardelli.

Fondazione Morra Greco
Palazzo Caracciolo di Avellino
Largo Proprio di Avellino
Napoli, NA 80138 · Italia

Il giardino d’inverno

On May 7th The Winter Garden, a handbook of possible practices, a project by Vera Pravda and Rebecca Agnes in cooperation with Viafarini, sees the light, takes root from digital world to real world making.

The Winter Garden is the result of a series of meetings informal meetings by invitation, which took place from November 2021 to April 2022, waiting for the return of spring, at the Viafarini Archive at the Fabbrica del Vapore, Milan. Each meeting is dedicated to an environmental and social issue. Each invitee is asked to bring a ‘good practice’ related to the theme of the day, to be discussed together, and a small plant. The aim of the various meetings is to collect ideas and images to create a ‘manual’ you can read at this link: Il Giardino d’Inverno.
The plants collected formed The Winter Garden in the Viafarini Archive and are then planted in a series of collective actions, like seeds (ideas) that over winter sprout in new places accessible to allə in the spring.

Contributors: Annalisa Cattani, Beatrice Oleari, Camilla Alberti, Caretto e Spagna, Claudia Zanfi, Daniela Di Maro, Davide Crippa, Donatella Pavan, Elena Bellantoni, Enzo Calibé, Ferdinando mazzitelli, Frank Stelitano, Gabi Scardi, Giancarlo Norese, Giorgios Papadatos, Giulio Verago, Isabella Pers, Melina Mulas, Michele Guido, Penzo+Fiore, Pietro Gaglianò, Premiata Ditta, Roberto Picchi, Rossana Ciocca, Sdarch, Silvia Giambone, Simona Da Pozzo, Sofia Baldi, Sonia Arienta, Stefania Migliorati, Susanna Ravelli, Tiziana Pers.

Cambiamenti di stato // Mac di Lissone

Al Museo di Arte Contemporanea di Lissone, dal 19 marzo al 3 aprile 2022

Panoramica*21, un progetto di Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò e Francesca Guerisoli.

il MAC Museo d’Arte Contemporanea di Lissone presenta PANORAMICA*21 Cambiamenti di Stato, il nuovo progetto annuale di Visualcontainer dedicato alla produzione audiovisiva sperimentale italiana che vede in mostra tra il primo e il secondo piano del museo i video degli artisti Apotropia, Sonia Laura Armaniaco, Gianni Barelli, Matteo Campulla, Silvia De Gennaro, Simona Da Pozzo, Gianmarco Donaggio, Benedetta Fioravanti, Lorenzo Papanti, Duccio Ricciardelli.

Lo sguardo sulla produzione videografica del 2021 offre una panoramica variegata sulle sperimentazioni che gli artisti hanno messo in atto idealmente per cambiare di stato, oltrepassare una soglia o semplicemente effettuare un passaggio. Questa necessità di andare oltre, di esplorare altri scenari o di trasfigurarsi diventa una pratica attuata attraverso la tecnologia, la coscienza del sé o il mondo computazionale. I territori raccontati in PANORAMICA*21 – Cambiamenti di stato sono zone di passaggio, proiezioni della nostra mente, luoghi della memoria o spazi quotidiani svuotati dalla presenza consapevole che diventano quindi membrane morbide da oltrepassare. PANORAMICA*21 – Cambiamenti di stato evidenzia i pensieri ricorrenti, le pratiche e le riflessioni su un momento storico così particolare che accomuna per la prima volta sia gli autori sia gli spettatori.

paesaggio affettivo

TRIENNALE Milano

28 settembre // ore 18 – 20
immagini: nei giardini di Triennale Milano l’installazione “Todes” di Francesca Marconi e le conversazioni su A Cielo Aperto con Pasquale Campanella e Stefano Boccalini.

Incontro pubblico con progetti e persone amati e amabili disseminati nei Giardini della Triennale. L’incontro è a di Simona Da Pozzo e Nicola Ciancio parte e fa parte del public program di Milano Urban Center promosso da Triennale Milano e Comune di Milano nell’ambito di Triennale Estate.
Interventi in tempo reale, dal vivo e/o digitali con: gli artisti Pasquale Campanella e Stefano Boccalini in conversazione per il progetto A Cielo Aperto; l’artista Francesca Marconi attraverso l’installazione sonora Todes; i donatori di spazio di Altofest in connessione telefonica;
In connessione audiovideo con il gallo Asterix, la gallina Fiammetta, le cavalle Copper e Wendy, i capretti William e Bruce di Rave East Village ResidencyFole sbrancate in tonga della Landa con il game designer Matteo Uguzzoni sull’esperienza del progetto Lumina-spersi nella landa.
Il 28 settembre dalle 18.00 alle 20.00 nei Giardini di Triennale Milano vi invitiamo ad esplorare alcuni dei casi su cui la ricerca di Paesaggio Affettivo si sta concentrando: una condivisione intima dell’esperienza di questi progetti artistici e/o curatoriali, attraverso l’incontro con chi ne fruisce, come cittadino, come artista o essere vivente, per restituirne l’apparato relazionale messo in opera in modo continuativo.